Quali sono le sanzioni amministrative previste per l’uso personale di droghe leggere?

Se gli agenti contestano la detenzione per uso personale viene intrapreso un procedimento amministrativo presso la Prefettura di residenza dell’interessato.

Si avrà quindi una convocazione per un colloquio presso la Prefettura. Se si è minorenni sono convocati anche i genitori.

Al colloquio possono verificarsi le seguenti situazioni:

  • non succede niente e si ha solo un ammonimento a non fare più uso delle sostanze
  • viene sospeso e ritirato un documento (patente, passaporto, porto d’armi, permesso di soggiorno di turismo per stranieri) per un periodo che va da uno a tre mesi.

Oltre al procedimento presso la Prefettura si riceve anche una convocazione dal Ser.T (Servizio per le tossicodipendenze) che convoca la persona per un incontro informativo su tali tematiche.

Questo colloquio è facoltativo ma, se viene intrapreso un programma educativo (per le cosiddette droghe leggere) o un trattamento terapeutico (per le c.d. droghe pesanti) e tale percorso ha esito positivo, si avrà la revoca delle sanzioni.

Nella prassi, purtroppo, la convocazione del SERT avviene quando si sono già scontate le sanzioni per cui la revoca rimane un provvedimento solo formale senza conseguenze positive per l’interessato. Questo, di fatto, scoraggia fortemente i consumatori nell’intraprendere questo tipo di percorso.

Se al momento dell’accertamento il consumatore è in possesso di un veicolo a motore si procede al ritiro della patente di guida fino a 30 giorni da parte della Questura e al fermo amministrativo del veicolo, qualora si tratti di ciclomotore. Se si è alla guida di un veicolo, sono previste ulteriori sanzioni.

Se fosse approvata la proposta di legge dell’intergruppo parlamentare, si applicherebbe una sanzione pecuniaria da 100 a 1.000 euro solo se fossero violati i limiti e modalità prescritte in tema di detenzione e coltivazioni.

La coltivazione è consentita solo nel caso in cui il soggetto agente sia maggiorenne. Le sanzioni sarebbero quintuplicate nel caso di violazione di norme in materia di coltivazione in forma associata.

0