Midriasi Lab is born

Il progetto MIDRIASI LAB ha come riferimento teorico e pratico la Riduzione del Danno, i cui obiettivi principali sono la promozione della salute, la consapevolezza legata alle condotte a rischio, il benessere individuale e collettivo e non per ultimi la cultura e il rispetto dei diritti umani e della libertà di scelta.

La RDD è parte integrante delle politiche comunitarie della UE (Politica “dei 4 pilastri”), e delle linee guida politiche e operative emesse dai diversi ambiti istituzionali comunitari preposti (Parlamento europeo, Commissione, Consiglio, EMCDDA).

Negli spazi in cui portiamo queste pratiche operiamo attraverso la distribuzione e la diffusione di materiali e informazioni utili per un uso critico e consapevole delle sostanze; utilizziamo strumenti e tipi competenze differenti: sociali, psicologiche, proponendo sempre servizi a bassa soglia di accesso a-selettivi e informali, mirando sempre a costruire una relazione con i consumatori con cui entriamo in contatto.

Il progetto MIDRIASI LAB nasce a seguito dell'esperienza maturata nel C.S.O.A. Terra di Nessuno (Genova) e grazie alla collaborazione con l'Università degli studi di Genova (Laboratorio di Sociologia visuale), L.S.O.A. Buridda (Genova), il LAB57 (Bologna) e Infoshock (Torino) a partire dal 2014.

La motivazione che ci ha spinto a creare questo servizio nasce dal desiderio di costruire un'alternativa alle comuni pratiche di approccio al consumo di sostanze, sempre e solo indirizzate alla repressione piuttosto che all’educazione, con l'intento di iniziare a riempire un vuoto istituzionale e sociale, un vuoto che può portare a conseguenze tragiche per i consumatori e per i loro famigliari, soprattutto nel caso di adolescenti.